centennial_logo_edited.jpg
abbbbbb.jpeg

MELVIN JONES FELLOW è la più alta onorificenza dei LIONS

ll Lions Club Vigonza 7 Campanili è nato il 30 giugno del 2007. Un gruppo di persone che non si erano mai viste si ritrovò intorno ad un tavolo invitate dall'allora Governatore del Distretto 108 Ta3 Roberto Adami, con un lions guida Brunello Gentile e il presidente del Lions Club Camposampiero - come club sponsor. A fare cosa direste Voi? Chi scrive era presente e la risposta è NON LO SO! Nessuno di noi aveva idea di cosa fossero I LIONS. Vabbè più meno qualcuno  aveva sentito parlare di cene e eventi organizzate da Lions, ovvero, gruppi di persone un pò altezzose e puzza sotto il naso e che pareva avessero tempo da perdere, non dovendo competere con le quotidiane miserie....

 

E questo anch'io lo pensavo, tant'è che la tentazione di fuggire da quel tavolo era inimmaginabile. Non so perché, ma qualcosa dentro di me disse di rimanere e di provare a conoscere quegli sconosciuti e questo sconosciuto MONDO LIONS. Divenni charter member di un club Lions ovvero socio fondatore. E ora dopo molti anni sono qui a raccontare la nostra meravigliosa storia. E che tu caro ospite incuriosito o no, sia il Benvenuto.

(Umberto Giovannoni - Charter Member Lions Club)

centennial_logo_edited.jpg

IL NOSTRO SIMBOLO INTERNAZIONALE

Lions Club Vigonza 7 Campanili
Distretto 108 Ta3
ITALY


CHI SIAMO

aaaaaa.jpeg

Oggi formata da 1,4 milioni di soci presenti in tutto il mondo, la nostra associazione è nata grazie all’iniziativa di un uomo di affari di Chicago: Melvin Jones. Personaggio dinamico e dotato di grande generosità, Melvin Jones ha fondato un’organizzazione di volontariato che oggi, dopo 100 anni, continua a crescere.

 

La storia di Melvin Jones  

 

 

 

Melvin Jones era un sognatore, un uomo d'azione e un pragmatista. Agente assicurativo estroverso e dotato di grande energia, nel tempo libero Melvin Jones amava leggere Shakespeare. Era l'uomo perfetto per fondare la più grande associazione di club di servizio del mondo.

Nel 1958, più di quaranta anni dopo la prima riunione dei Lions club, il Board di Lions Clubs International proclamò ufficialmente Melvin Jones fondatore dei Lions Club. Indipendentemente dall’ufficialità del suo titolo, Melvin Jones ha avuto un’enorme influenza sui Lions. È stato lui a fornire la leadership, la capacità organizzativa, la tenacia e l'energia necessaria a gettare le fondamenta della nostra attuale associazione. 

Figlio di un soldato di perlustrazione della cavalleria americana, Melvin Jones nacque il 13 gennaio 1879 presso la base militare di Fort Thomas (Arizona). All’eta di 7 anni, Melvin si trasferì con la sua famiglia nella regione orientale degli Stati Uniti, stabilendosi in Illinois. Dotato di un'ottima voce da tenore, Melvin Jones voleva dedicarsi alla carriera musicale. Divenne, invece, un agente assicurativo.

Nel 1913, Melvin aveva già fondato la sua agenzia d'assicurazione a Chicago. In quegli anni entrò a far parte del Business Circle di Chicago, un club di imprenditori, in cui assunse subito un ruolo guida per il reclutamento di nuovi soci e per il recupero di quelli dimissionari. Tuttavia, il carattere puramente professionale di questo club rappresentava un limite alla visione più ampia e innovativa di Melvin.

"Cosa accadrebbe”, si chiedeva Melvin, “se questi uomini che hanno raggiunto il successo grazie alla loro determinazione, alla loro intelligenza e alla loro ambizione, utilizzassero i loro talenti per migliorare le condizioni di vita delle loro comunità?"  Melvin pensò a un nuovo tipo di club basato sul desiderio comune di aiutare il prossimo.  

A quel tempo segretario del Business Circle, Melvin Jones, con l'aiuto di sua moglie Rose Amanda Freeman, campionessa di golf, scrisse numerose lettere ai club di tutto il paese, proponendo la sua idea di organizzazione di volontariato. Gli imprenditori interessati alla sua idea si riunirono a Chicago e il 7 giugno del 1917 nacque Lions Clubs International.

Nel corso di quello stesso anno durante la prima Convention dei Lions svoltasi a Dallas, Melvin Jones fu eletto segretario-tesoriere dell’associazione. Melvin mantenne questo titolo per diversi anni. Successivamente il Board gli conferì il titolo di segretario generale a vita.

Melvin Jones era un maestro della comunicazione scritta e di volta in volta riusciva a essere chiaro e convincente o poetico e sentimentale in base alle circostanze. Il suo tocco inconfondibile è rintracciabile nei principali documenti lionistici come gli obiettivi di Lions Clubs International e il Codice dell’etica. I suoi editoriali sulla rivista LION, ancora oggi citati, hanno contribuito ad elaborare i principi e i valori della nostra associazione.

Melvin Jones era anche un grande amante degli aforismi. Mai propenso ad addolcire la verità, Melvin Jones esponeva nel suo ufficio un detto: "La verità e le rose sono avvolte da spine".

Melvin Jones interruppe la sua attività assicurativa nel 1926 per diventare l’amministratore esecutivo e l’ambasciatore dell’associazione in tutto il mondo. Melvin ricoprì brillantemente entrambi i ruoli, allestendo e gestendo una sede centrale in forte espansione, e viaggiando continuamente per visitare i club e tenere dei discorsi ufficiali in occasione di vari eventi. La sua vita continuò per lungo tempo a essere costellata di continui impegni.

108 TA3.png